LE PRESCRIVONO UNA RISONANZA URGENTE, LE DANNO APPUNTAMENTO PER L’11 AGOSTO

FERMO – Fa una visita di controllo, le viene riscontrato un piccolo problema tanto che la dottoressa, senza perdere un minuto di tempo, compila una ricetta barrando la lettera B che con la riforma del sistema sanitario voluta dal governatore Luca Ceriscioli per abbattere le liste d’attesa vuol dire “visita da fare in tempi brevi” ovvero entro 10 giorni. Va nel reparto indicato per ottenere l’appuntamento e lo ottiene… per l’11 di agosto.

E’ l’incredibile storia raccontata da una mamma del Fermano che si è recata nei giorni scorsi all’ospedale Murri di Fermo per fare una mammografia. “Purtroppo – riferisce la giovane donna – durante l’esame la dottoressa si accorge che c’è qualcosa che non va e decide che, senza perdere tempo, io debba fare una risonanza magnetica urgente per escludere che possa trattarsi di qualcosa di grave.

“Mi dà in mano la ricetta rossa, con su scritto che devo fare una risonanza magnetica e mi dice di andare al reparto di radiologia per prenotare l’esame”. Sulla ricetta è barrata la lettera B ovvero visita da fare entro 10 giorni dalla prenotazione, così prevede almeno le schema delle classi di priorità entrato in vigore con la riforma del sistema sanitario introdotta dal governo Ceriscioli.

“In realtà l’esame non potrò farlo né tra 10 né tra 20 giorni ma l’11 agosto. Questo mi sono sentita rispondere restando di sasso. Chiaramente non potrò restare tutto questo tempo ad aspettare”. Ma la domanda sorge proprio spontanea: “Perché devo andare privatamente? Perché, pur pagando le tasse regolarmente, una volta che ho bisogno del Servizio sanitario, non posso usufruire dei servizi di cui ho bisogno con una certa urgenza, peraltro?”.

 

 

ISCRIVITI ALLA NUOVA PAGINA FACEBOOK (CLICCA QUI) 

FONTE
loading...