CON UN CLIC TI APRONO E RUBANO LA MACCHINA: ECCO COSA FARE PER DIFENDERSI DA QUESTO NUOVO INFAME TRUCCO

Algerino, senza documenti, senza fissa e con precedenti. Ma con in mano un “jammer”. Così, giovedì pomeriggio, gli agenti della polizia locale milanese specializzati contro i reati predatori hanno beccato un 26enne immigrato nordafricano. Aveva già bloccato le chiusure di alcune macchine parcheggiate in via Farini, in una zona della città ad alta concentrazione di immigrati musulmani. E stava aspettando il momento giusto per aprirle e rubare oggetti o, forse, portarsi direttamente via una delle vetture. E’ invece stato denunciato per tentato furto, anche se a piede libero. Cioè libero, domani, di tornare lì e tentare ancora di fare quel che non gli era riuscito ieri.

 

 

Il “jammer” di cui è stato trovato in possesso e che, almeno quello, gli è stato portato via, è un apparecchietto che intercetta i segnali elettronici di chiusura delle portiere e consente ai ladri di aprire le auto senza alcuno sforzo. Il sistema più sicuro per difendersi? Non accontentarsi del clic sonoro e delle luci che si illuminano, ma dopo aver azionato la nostra chiave-telecomando assicurarsi davvero che gli sportelli siano chiusi. Perchè se un “jammer” è nei paraggi, lo sportello potrebbe essere in realtà rimasto aperto. E dare via libera al ladro non appena noi ci siamo allontanati.

 

 

ISCRIVITI ALLA NUOVA PAGINA FACEBOOK (CLICCA QUI) 

FONTE:

LIBERO

loading...