Avvocato Alessandro Santoro: quali sono le principali sfide del Risk Management

a cura dell’Avvocato Alessandro Santoro del Foro di Salerno

Una delle principali sfide del Risk Management risiede nella capacità di misurare correttamente e coerentemente non solo il costo economico della non sicurezza ma in special modo il suo impatto in termini di immagine. L’identificazione di metriche accurate e l’utilizzo di indicatori significativi (key risk indicato) assume un ruolo fondamentale dal punto di vista strategico in quanto: migliorano il processo di risk assesment, fanno emergere il livello di vulnerabilità del sistema e consentono un monitoraggio continuo dei rischi.

Gli indicatori per poter essere efficaci devono essere replicabili permettendo la storicizzazione del data assessment. Tale strategia è utile a confrontare nel tempo l’efficienza delle azioni preventive messe in atto, del ritorno sull’investimento (in termini di mancate perdite) e dei danni (anche a livello di immagine).

Una valutazione erronea può influenzare negativamente la percezione, la categorizzazione e la classificazione dei rischi da parte del management. Ciò è ancor più significativo nel campo dei rischi finanziari il cui impatto è più difficile da valutare e prevedere soprattutto nella valutazione dei “non performing loans”. Le principali difficoltà sono, da un lato, una non chiara definizione di ciò che si vuol misurare e, dall’altro, l’assenza di un set di riferimento di indicatori di impatto.

Nel processo di gestione del rischio di investimento in NPL una corretta analisi è il punto di partenza per la valutazione delle strategie proposte per raggiungere gli obiettivi strategici di business. E’ questo il “big bang” dove metriche e indicatori per quantificare e monitorare la risk appetite di partenza e la risk tolerance nel cercare di raggiungerli vengono generate dal sistema di diligence.

Pertanto è utile considerare sia metriche qualitative che quantitative quando si vanno ad analizzare gli impatti dei rischi negli investimenti finanziari.
Le principali categorie di impatto sono:

Economico: valuta l’effetto del rischio in termini di incremento dei costi o i minori ricavi. Indicatore assunto è il fatturato. Le soglie qui possono essere stabilite utilizzando i costi, i ricavi e i margini come punti di riferimento.

Mercato: perdita di quote di mercato.

Reputazione (immagine): scale di misura qualitative che valutano e quantificano eventi che colpiscono l’immagine dell’organizzazione.

Vantaggio competitivo: esso valuta il rischio legato all’incapacità di dominare il mercato

 

Le metodologie per la misurazione dei rischi sono:

Key Performance Indicator (KPI)
Uno dei principi fondamentali nella gestione dell’impresa è la misurazione delle prestazioni. I Key Performance Indicator (KPI) aiutano ad identificare con precisione le aree aziendali in sofferenza.

 

Key Risk Indicator (KRI)
Assumono un’importanza fondamentale per il monitoraggio dell’andamento del rischio nel corso del tempo. Fungono da sentinella nel caso esposizione reiterata ad un determinato rischio e nella pianificazione di azioni correttive e/o preventive.
Utilizzati per misurare il livello di incertezza di un progetto o di un qualsiasi processo/attività.

 

Di conseguenza, se utilizzati congiuntamente, facilitano e migliorano l’identificazione preventiva delle aree e processi di business che, per garantire la continuità del livello di prestazioni, necessitano un aumento di risorse ed energia.

L’utilizzo di KRI e KPI facilitano il processo di risk management. Questi indicatori possono essere utilizzati come una base informativa su cui costruire un analisi dei rischi ed una conseguente gap analisys, sia ex-ante che expost e le migliori contromisure da adottare. Marcando una start line chiara della tendenza al rischio dell’azienda e dei livelli di prestazione desiderati, monitorando i KRI e KPI, possono essere abbattute le incertezze, mitigando gli impatti negativi sul core business dell’azienda. Infine, ma non per ordine di importanza, è certo che l’identificazione e l’utilizzo di KII migliori la precisione di valutazione di un ipotetico scenario di impatto distruttivo.

loading...